la libertà della solitudine
1 Ottobre 2020
la bellezza vince sul covid
27 Ottobre 2020

prigionieri di una caverna?

camminata filosofica: il bisogno di andare oltre

Platone ne La Repubblica descrive una strana scena. Un gruppo di persone sono sedute in una caverna ma incatenate: possono guardare solo verso il fondo. Su questo fondo vedono delle ombre: sono quelle degli oggetti portati da uomini alle loro spalle e poiché non possono volgere il capo all’indietro, credono che quelle ombre siano il mondo reale. E’ la metafora della nostra condizione: siamo rinchiusi in una concezione limitata del mondo e crediamo che quella sia l’unica realtà. Ma ad un certo punto un prigioniero si libera dalle catene e riesce a volgere lo sguardo all’indietro: vede ora gli oggetti di cui prima percepiva solo le ombre; rimane affascinato dalla luce che è dietro gli oggetti e procede verso di essa. Il nostro mondo è di solito limitato ad una caverna, una routine comoda, superficiale. Siamo generalmente in pensiero per il nostro redditto e per lo shopping, di ingraziarci il capo, di competere socialmente, di desiderare qualche bene di consumo … riempendo i ritagli di tempi azionando i tasti del nostro cellulare. Gli orizzonti della vita sono più vasti di quanto comunemente pensiamo … Leggeremo e commenteremo insieme questo potente mito platonico nello scenario di una delle grotte più belle del Gargano, Grotta Grande, che raggiungeremo dopo un facile percorso a piedi.

” … non stupirti che chi è giunto fino a quest’altezza non voglia occuparsi delle cose umane, ma che la sua anima sia continuamente stimolata a vivere in alto …” (Platone)

  • Posti disponibili: 20
  • Quando: data da destinarsi (in ottemperanza al DPCM 25 ottobre 2020)
  • Tipologia di pratica filosofica: camminata filosofica
  • Quota di partecipazione: 10 euro (organizzazione, guida ambientale escursionistica, materiali)
  • Termine per le prenotazioni:
  • Modalità di prenotazione:

Programma

  • ore 9,15 ritrovo presso il luogo convenuto a San Giovanni Rotondo
  • ore 9,30 inizio camminata filosofica (percorso facile con livello di difficoltà basso)
  • ore 13,00 fine della camminata e rientro.

Informazioni utili

Come arrivare al luogo di ritrovo: San Giovanni Rotondo, piazza segnata dall’incrocio di Via Foggia con la SP 45bis (coordinate gps 41.696972, 15.733223). Per chi parte da San Severo appuntamento alle ore 8,30 presso il distributore di benzina sulla via per San Marco in Lamis a 250 metri dall’ingresso principale del cimitero

Cosa portare: scarpe da trekking (in alternativa scarpe comode con una buona suola grippata), abbigliamento comodo per camminare, zaino, k-way, felpa. Si raccomanda di dotarsi di uno sgabello portatile (facile da trasportare a tracolla o nello zaino) per le attività filosofiche che richiedono una posizione comoda: sgabello a tre gambe oppure sgabello pieghevole.